La curva pletismografica: Un utile strumento diagnostico

La curva pletismografica è uno strumento diagnostico che permette di registrare graficamente i cambiamenti di volume di un organo o di una parte del corpo, indotti dai cambiamenti del rispettivo contenuto di sangue.

Viene spesso utilizzata per misurare la portata cardiaca e la pressione di cuneo capillare polmonare.

La curva pletismografica può essere creata utilizzando un manometro a mercurio in gomma o un pletismografo elettronico.

La pletismografia è un test che misura il flusso di sangue dal cuore ad altre parti del corpo.

Questo strumento può essere utilizzato nello studio di alcuni disturbi della circolazione arteriosa periferica, come le arteriopatie ostruttive e la valutazione della circolazione venosa profonda attraverso la valutazione della capacità di riempimento e svuotamento stesso con ogni impulso che raggiunge la periferia.

La tecnica consiste nel racchiudere il dito in una capsula di vetro ermetica collegata al manometro che misura la quantità ogni volta che si riempie o quando si rilascia la pressione.

Quando si sa come ci si sente quando le dita si gonfiano, o il suono di un cuore che batte a tempo con ogni respiro; allora solo si può sentire cosa succede dentro i polmoni di un’altra persona.

La pletismografia corporea è un processo che permette ai medici di misurare i parametri funzionali del tuo sistema respiratorio.

Questo fornisce informazioni preziose sulla tua salute e su ciò che esattamente ha bisogno di attenzione per un far si che tu stia bene.

Speriamo che questo post sia stato in grado di darti una comprensione di base della curva pletismografica.

La curva pletismografica: Un utile diagnostico

Si tratta di un processo importante per la tua salute e ti incoraggiamo ad esplorarlo ulteriormente.

Se ci sono altre domande, per favore commentate qui sotto o contattateci direttamente in modo che possiamo rispondere!

Lascia un commento